Il tetesco di Germania

Un tedesco, in vacanza a Riccione, si presenta alla locale pro loco per avere informazioni-

Al suo turno si presenta e dice:

“ puon giorno, io essere turista tetesco ti Germania e vorrei saper come arrivare a San Marino”.

L’addetta gli dà un foglio con tanto di itinerario il turista ringrazia con un sonoro “vielen dank” – grazie tanto – gira i tacchi ed esce.  

Il giorno dopo rieccolo alla Pro Loco e si ripresenta:

“puon giono, io essere tetesco ti Germania, prega avere foglio per andare a visitare Castello di Gradara per vetere dove essere”.

Ancora una volta “vielen dank” e mentre sta per uscire l’impiegata lo richiama e gli dice che è inutile che precisi sempre di essere tedesco di Germania  perché secondo la lingua italiana i tedeschi sono i cittadini della Germania.

Al che, con un certo stupore, risponde:

e

“Javohl, ma io folere specificare perche’ quanto io passato confine, polizioto afere detto me:

‘Ecco qui un altro tedesco di merda!’

 

Pronto, e’ l’agenzia?”.

“No, signora, questo e’ un negozio di scarpe…”.

“Ah, mi scusi, ho sbagliato numero…”.

“Nessun problema, signora, le porti che le cambiamo…”

 

 

 

 

 

Il tetesco di Germaniaultima modifica: 2009-02-26T10:32:10+00:00da aspide1935
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Il tetesco di Germania

Lascia un commento